Internet e bambini, rischi e soluzioni

Abbiamo già parlato del rapporto tra bambini e tecnologia. Oggi i dispositivi in grado di connettersi alla rete sono diversi e tutti diffusi: dallo smartphone che ci accompagna tutti, al tablet, al pc da scrivania.
A proposito di Internet e bambini, una mamma ci scrive preoccupata:

“La mia bambina ha dieci anni. Alcuni amici di famiglia le hanno regalato un tablet: noi siamo felici che lo possa utilizzare, magari per qualche ricerca scolastica, ma abbiamo anche paura. Temiamo che nostra figlia utilizzi Internet senza il nostro controllo”.

“Internet e bambini”  è un’accoppiata non semplice.
Il web è una gigantesca amplificazione del nostro mondo e i pericoli non mancano: si chiamano cyber bullismo, traffico di foto, pedofilia. La stessa Polizia di Stato è la prima a ricordare le insidie che la grande Rete nasconde per i più piccoli.
Una recente ricerca a cura di Kaspersky, società di sicurezza informatica, aggiunge un dato: quasi  il 23 per cento di un campione di genitori intervistati, con bambini al di sopra dei 6 anni, ha dichiarato che i propri figli hanno preso visione, dal web, di contenuti non adatti a loro.
Al 9.57 per cento è capitato di entrare in contatto con sconosciuti.

Se Internet fa paura, le famiglie stesse reagiscono con interventi precisi. Secondo lo studio Kaspersky, il 57 per cento dei genitori sorveglia i propri figli mentre navigano in Internet. Il pericolo più alto è avvertito se il bambino utilizza il dispositivo da solo, ad esempio mentre è in camera sua o se utilizza il pc da un amico.
Molti genitori, la maggior parte, adottano soluzioni specifiche per impedire che il bambino abbia accesso a contenuti non adatti alla sua età: strumenti che bloccano certi indirizzi Internet o sistemi di parental  control. Molti genitori hanno spiegato ai propri figli i rischi che si possono correre in rete.

Gestire con un adeguato livello di sicurezza il rapporto tra Internet e bambini è molto delicato.
Navigare in Rete, in modo consapevole,  è però possibile
, a patto di seguire alcuni accorgimenti.
Bambini e genitori possono prepararsi prima, leggendo i consigli della Polizia di Stato:
http://www.commissariatodips.it/da-sapere/per-i-genitori/navigazione-sicura-e-consapevole-dei-minori-su-internet.html
http://www.commissariatodips.it/da-sapere/per-i-bambini/consigli-ai-ragazzi.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *