Libri per bambini: quali e come sceglierli

Libri per bambini: quali e come sceglierli

Consigli per comprare libri per bambini

Molti lettori ci hanno chiesto dei consigli per acquistare libri per bambini. Abbiamo già provato a dare alcune indicazioni nel post “come scegliere un libro di storie per bambini”. Oggi vorremmo riparlarne perché sappiamo che ai bambini non piacciono solo fiabe, favole e racconti nei libri per bambini.  Ai bambini i libri piacciono tutti, a patto che siano presentati come una scoperta.

Le prime indicazioni saranno di metodo: i llbri più indicati per i piccoli sono di carta?

Se il bambino è ancora piccolo e ha da poco imparato a tenere in mano gli oggetti, i nostri primi acquisti saranno libri giocattolo illustrati. Questi libri per bambini saranno preferibilmente in stoffa, legno, materiale impermeabile, cartone robusto.
Il bambino di 10, 12, 18 mesi ha la tendenza a mettere tutto in bocca: per quest’età è meglio scegliere libri resistenti, adatti a essere “masticati”. I libri di legno sono un’ottima soluzione; i libretti gioco per il bagnetto, adatti a stare in acqua, sono sicuri anche per un’esplorazione all’asciutto, sul tappeto della cameretta.

I primi libri per bambini avranno grandi illustrazioni e brevissime frasi, che la mamma o l’adulto leggerà al bambino in un’atmosfera di gioco.

Via via che il bambino cresce, il libro cambierà in dimensioni, materiale, spessore delle pagine, lunghezza del testo.
I libri per bambini con pagine cartonate spesse sono facili da sfogliare e utilissimi fino ai 5 anni.
Dai 2 ai 3 e ai 4 anni le pagine dei libri che scegliamo per lui potranno essere di carta e cartone, anche non plastificato, e via via più sottili.

Se vogliamo abituare il bambino a conoscere, esplorare, imparare e divertirsi attraverso i libri avremo molto da scegliere, in libreria o in biblioteca:

  • Favole per bambini, racconti
  • Libri illustrati di animali
  • Libri con finestrelle di cartone sulla città, la fattoria, i mezzi di trasporto
  • Libri illustrati per il riconoscimento della forma corporea e con disegni del corpo umano
  • Libri con giochi didattici
  • Libri da colorare
  • Libri con giochi e prime attività di prelettura e prescrittura

Abbiamo già detto quanto sia importante che un libro sia illustrato e illustrato bene; vogliamo aggiungere oggi, che è importante anche che sia scritto bene. L’italiano che i nostri piccoli ascoltano dalle nostre letture è il loro primo italiano: è la lingua che stanno imparando per il futuro ed è meglio che si cominci bene.
Anche a me e al mio bambino piacciono i lbri per bambini con le storie ricavate dalle serie televisive; ci piacciono i supereroi, i personaggi dei fumetti  che sono finiti nelle pubblicità e poi sulle magliette e poi sugli adesivi…a noi, sia chiaro, i libri per bambini piacciono tutti.
Meglio però, i lbri senza

  1. Errori “refusi”, di battitura, troppo frequenti
  2. Sintassi poco chiara per un bambino
  3. Errori  di grammatica o sui tempi dei verbi.

Ci piacciono persino i libri con espressioni gergali e dialettali. Meglio però:
–    I libri scritti nell’italiano che si scrive
–    Per i bambini che già sanno parlare da un po’, i testi che usano congiuntivi e tempi al passato.
I bambini imparano, se gliene diamo l’occasione.
Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.