Poesie sui bambini – La poesia dei colori sbagliati

Poesie sui bambini - Poesia per bambini - La poesia dei colori sbagliati

Poesia per bambini

Questa delicata poesia vuol essere un elogio della fantasia, della creatività e della capacità di astrazione. Gli artisti di tutti i secoli ci insegnano che possiamo rappresentare il mondo davanti ai nostri occhi in molti, molti modi. Picasso, ad esempio, soleva dire “ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte ed intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole”. Ecco, i protagonisti di questa piccola storia in versi sono un maestro e gli alunni della sua classe alle prese con un disegno dai colori completamente sbagliati. Come andrà a finire?

La poesia dei colori sbagliati

C’era una volta
un bimbo che disegnò
dei fenicotteri blu.

Vivevano sulle sponde
di un grande lago rosa
circondato da gialle savane.

In alto, sul cielo sempre più verde,
un sole amico enorme e bianco disegnò
che tutto abbracciava
gli uccelli, le acque e le lontane montagne.

Quando ebbe finito, dati gli ultimi tocchi
s’alzò dal banco impaziente
e portò il suo capolavoro al maestro.

Lui lo guardò a lungo, poi
lo mostrò al resto della classe
e chiese: “Che voto gli dareste?”

I compagni ridacchiarono
e dissero “zero, maestro, zero!
I colori sono tutti sbagliati!”

E il maestro rispose: “No bambini
si merita un bel dieci, invece
perché ha saputo guardare il mondo
anche con gli occhi della sua fantasia”.

 

Ti è piaciuta questa poesia? Scarica questa poesia in versione ebook, è gratis!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *