5 trucchi per avere sempre giocattoli nuovi

Avere giocattoli nuovi, il più di frequente possibile, è il sogno di ogni bambino.
L’emozione della novità fa brillare gli occhi dei cuccioli tutte le volte che riceve un dono, piccolo o grande che sia. Mamme e papà, invece, conoscono bene il destino di molti giocattoli, soprattutto di quelli meno creativi: l’euforia dura qualche giorno e l’interesse per quel gioco, alla lunga, finisce per svanire.
La soluzione è smettere di acquistare giochi? O continuare a comprare in modo ossessivo?
Consumismo eccessivo o diniego totale non sono la soluzione.

Abbiamo condotto un piccolo sondaggio tra le famiglie e abbiamo scoperto 5 trucchi per trovare la “via di mezzo” che possa accontentare i bambini, le tasche dei genitori e che abbia un risvolto educativo.

1) Far ruotare i giocattoli in casa.
In alcuni asili nido e scuole materne, i giocattoli a disposizione dei bambini “cambiano” periodicamente. Alcune scatole di giochi vengono “nascoste” per essere riproposte dopo qualche mese. Nelle famiglie, capita spesso che i giochi meno utilizzati, se riscoperti, tornino a destare l’interesse dei nostri cuccioli.

2) Preferire giochi creativi.
I giocattoli scelti con intelligenza durano di più. Che siano bambole di pezza, tessere domino, puzzle o cubi, è sempre meglio che si tratti di oggetti studiati per stimolare il bambino.

3) Scegliere giocattoli resistenti.
Molti genitori si sono accorti che comprare giochi a basso prezzo, che si rivelano poi fragili e si rompono facilmente, non è un vantaggio economico. I bambini non sono in grado di dosare la loro forza e molti di loro imparano abbastanza tardi a non maltrattare gli oggetti.

4) Far lavorare la fantasia
Il cavalluccio di legno si può ridipingere (attenzione alla giusta vernice!), la bambola potrà cambiare vestito, con le tessere del domino possiamo costruire una torre…Con fantasia e qualche accorgimento manuale i giocattoli che non piacciono più possono riprendere vita.

5) Acquistare un gioco che integri uno esistente.
L’idea si applica bene a costruzioni, composizioni di set domestici, ma anche ad elementi di piccolo arredo o a giochi didattici. Acquistare un elemento che si possa associare a un giocattolo già presente in casa potrà richiamare la sua attenzione sul giocattolo che ha già. È importante sapere, prima dell’acquisto, le preferenze del bambino e i suoi interessi: i nostri esploratori sanno essere molto esigenti.
Con un pizzico di furbizia, però, avere giocattoli nuovi, senza spendere un patrimonio, è più facile di quanto si pensi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.