In casa con i bambini quando fuori piove

Stare in casa con i bambini quando fuori piove può essere faticoso. Correre nel parco non si può. Anche un salto veloce al supermercato è un’avventura, per mamme e piccoli alle prese con ombrelli e  sacchetti della spesa.

I bambini amano spesso tornare nel proprio nido e saranno felici di tornare a casa. Il rischio di vederli incollati alla televisione è, però, molto alto. Di seguito alcuni consigli per intrattenere i bambini in modo divertente.
Cambiare ambiente.
La piccola cucina di legno e il set di pentole sono collocate nella cameretta. Perché non organizzare un “trasloco” vicino alla cucina vera della mamma? O forse è una buona idea fare una sorpresa allo studio del papà e fargli trovare, vicino alla sua scrivania, la culla della bambola.

La tenda degli indiani.

Alcune mamme ci riportano idee per giochi semplicissimi e fantasiosi: per la tenda degli indiani bastano due sedie e degli asciugamani da mare. Per una tana si appoggiano per terra quattro grandi cuscini.

Ai bambini piace creare degli ambienti piccoli in cui rannicchiarsi, un po’ come, prima di nascere, stavano dentro la pancia della mamma…

Svuotare gli armadi.

Sfruttiamo la voglia dei bimbi di stare dentro spazi piccoli per “ospitarli”, in via temporanea, dentro il guardaroba o sotto il cassettone del letto. Stare in casa con i bambini, in questo caso, potrà essere buona occasione di fare ordine, anche se è più probabile che si riesca solo a fare a divertirsi…

 

Giocare al teatro.

Cambiare la disposizione degli arredi giocattolo può essere solo il punto di partenza per un esperimento “teatrale”. Ai bambini che amano i giochi di finzione, è possibile proporre un cambio di scenografia. La camera da letto delle bambole potrà diventare il castello delle streghe?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.