Giochi in cucina con i bambini. Hamburger di lenticchie

Educare i bambini a mangiare i legumi non è sempre facile.

Ai più recalcitranti (tra figli e mariti) suggeriamo una ricetta molto facile che, con un pizzico di astuzia, mette d’accordo tutti. Gli hamburger di lenticchie, nella formula che abbiamo testato  per voi, non contengono né uova né formaggio: sono un piatto che piace ai vegetariani o a chiunque voglia una cena leggera.
Gli hamburger di lenticchie sono, tra l’altro, un’ottima occasione per inventare piacevoli giochi in cucina con i bambini.

Servono: lenticchie, alcuni rametti di rosmarino, sale, un cucchiaio di fecola di patate o una patata bollita, pan grattato, olio di oliva.

Si mettono a bollire le lenticchie, se vi piace con una carota tagliata a fettine, un goccio d’olio e qualche spicchio sottilissimo di cipolla. Nel frattempo, potete continuare a giocare con i bambini: basta, ogni tanto, controllare che l’acqua del brodo non si asciughi troppo.
Poco prima che i legumi siano cotti, diciamo dopo 35 minuti, si aggiunge una presa di sale. Quaranta o cinquanta minuti, a seconda del tipo di legumi, bastano per cuocere le lenticchie.

Scolate  e intiepidite le lenticchie, la ricetta può proseguire in compagnia dei cuccioli, se non sono troppo piccoli, diciamo dai cinque anni in su. I bambini si divertiranno molto a frullare le lenticchie e schiacciare la patata bollita. Insieme, con l’aiuto vigile di un adulto, si dovranno amalgamare le lenticchie frullate, la patata, il rosmarino. Fecola e pan grattato servono ad addensare l’impasto: facciamo delle bracioline piatte, a forma di hamburger appunto, senza usare neppure un uovo (patate e fecola bastano).
Il rosmarino serve a insaporire l’impasto (non dimentichiamo di assaggiare e mettere una giusta dose di sale); il pan grattato se le braciole risultano troppo morbide. Gli hamburger si possono tenere un’oretta a in frigo a riposare e dopo cuocere in forno, alla funzione grill o in padella con un filo d’olio. Se hanno una cucina in legno o pentoline gioco, anche i bambini possono “cucinarle”…

Questi piccoli giochi in cucina con i bambini possono riservare sorprese inaspettate.

Presi dall’entusiasmo, i nostri piccoli cuochi avranno voglia di assaggiare. Provare per credere.

Divertitevi a collezionare tutte le schede Dida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.