Telai delle allacciature: perché

Telai delle allacciature - Allacciatura Balena - gioco di pazienza e motricità fine - Montessori - Dida

Come si usano i telai delle allacciature montessoriani

Per parlarvi dei telai delle allacciature, oggi vogliamo partire da lontano. Perché i giochi per la motricità fine sono utili nei bambini di età prescolare? Come è arrivata Maria Montessori a proporre le allacciature?.

Mamme, papà, avrete notato la soddisfazione di un bambino di 2, 3, 4 e 5 anni nel “fare da solo”? Vestirsi da solo, mettersi le scarpe, maneggiare forchetta e cucchiaio, spalmare la marmellata sul pane: sono gesti semplici, che a noi adulti sembrano ovvi. Per il bambino, però, sono una conquista di cui andare orgogliosi. Il metodo Montessori si è concentrato molto su questi obiettivi, perché rappresentano, per il bambino, un percorso di autonomia.

Il metodo Montessori si ispira un criterio pedagogico fondamentale:

“Aiutami a fare da solo”.

Il ruolo dell’educatore è quello di dare un metodo al bambino, suggerire pratiche e attività che lo accompagnano nella crescita, sviluppando le abilità giuste. Nel caso dei telai delle allacciature, lo scopo è imparare ad allacciarsi le scarpe, abbottonarsi il maglione, aprire e chiudere la zip, infilarsi e sfilarsi la giacca.

Telai delle allacciature: migliorare la motricità fine

Motricità fine è tutto quello che facciamo con le mani, mettendo in atto una coordinazione occhi-mani, cioè osservando oggetti anche piccoli e lavorando con le dita a esercizi di precisione.

Perché proporre a un bambino un gioco con allacciature?

Nel corso delle sue osservazioni pedagogiche e pratiche, Maria Montessori aveva notato che alcune competenze motorie, sviluppate nel corso di attività collaterali, si rivelavano utili in altre situazioni. Percorsi di preparazione a un compito specifico, quindi, potevano essere introdotti prima, abituando il bambino con esercizi didattici anche diversi, ma che comprendessero la stessa abilità motoria di base.

Fare una collana di pasta, infilare delle perline in un filo, introdurre un bottone in un’asola sono, dal punto di vista della competenza motoria, sono simili. Da questa ipotesi nascono le tavole di allacciature.

Giochi didattici per bambini da 3 ai 6 anni

I telai delle allacciature nascono quindi, come ausili didattici per sviluppare, consolidare e potenziare la capacità di coordinare occhi e mani. La tavola di legno comprende più fori, che il bambino dovrà imparare a utilizzare facendo passare il filo, secondo percorsi diversi.

Nel gioco delle allacciature, l’esercizio didattico per la motricità fine si fa strutturato. L’animale colorato che fa da sfondo al telaio attira l’attenzione dei più piccoli.
La tavola con i fori appositi e il filo, da infilare, annodare, infiocchettare, si presta a variazioni sempre più complesse, seguendo il percorso evolutivo del bambino.

In una fase iniziale, il bambino potrebbe fare fatica; potrebbe sperimentare degli insuccessi e dovrà riprovare. Si tratta, però, di un gioco, un’attività ludica e didattica insieme: non quei pochi minuti al mattino che mancano prima di uscire per andare a scuola e che vedono la famiglia in urgenza.

Come imparare ad allacciarsi le scarpe

Dando al bambino il tempo necessario e la possibilità di fare prove ed errori, autocorreggendosi, gli esercizi per potenziare la motricità fine daranno risultati sempre maggiori.

Quale soddisfazione nel bambino nel riuscire a versare l’acqua da un contenitore basso nella tazza; dal servire i cereali per la colazione nella tazza; dal chiudere la tasca con cerniera della giacca della mamma; dall’attaccare le mollette sullo stendino…
In questo percorso di autonomia, la tavola delle allacciature è un passaggio importante.

Un telaio di allacciature si può portare in viaggio, è un giocattolo pratico che si può usare dappertutto, è fra i giochi didattici utili da fare in casa o a scuola.

 

Ti potrebbero piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.